IL SANTUARIO DI LOURDES, DIVENTA "SANTUARIO NAZIONALE FRANCESE CON LA STESURA DI NUOVE MODIFICHE ALLO STATUTO DEL SANTUARIO"
* NON SARÀ PIÙ SOLO IL SANTUARIO DELLA DIOCESI DI TARBES LOURDES MA DI TUTTA LA FRANCIA
########
Durante l'assemblea plenaria dei vescovi di Francia, sabato 7 novembre, si è deciso di modificare gli statuti del Santuario di Lourdes. Il luogo diventerà un Santuario Nazionale.
Il Santuario di Lourdes acquisirà un nuovo status.
Resta solo al Vaticano convalidare tutto ciò per formalizzare pienamente questo cambio di status. Monsignor Antoine Hérouard, delegato apostolico del Santuario di Lourdes, ci spiega esattamente cosa significa questo cambiamento.
~ Perché un cambio di status per il Santuario?
Fino ad ora il Santuario non aveva uno status canonico, vale a dire la legge della Chiesa.
Questa è stata talvolta una delle fonti di difficoltà nel recente passato.
I ruoli l'uno dell'altro non erano ben definiti.
C'è quindi sempre il rischio di inciampare un po' o di non sapere chi è responsabile di cosa tra il Vescovo, il Rettore, i Cappellani o anche il Direttore laico.
Quando sono stato nominato delegato apostolico per il Santuario il 31 maggio 2019, nella lettera che ho ricevuto dal Papa, mi è stato chiesto di riflettere su uno statuto canonico.
All'inizio ho ascoltato, ho cercato di capire la situazione perché ci sono tre stati possibili.
La scelta è stata fatta proprio questo sabato in assemblea.
~ Quali sono i diversi stati possibili?
La prima, quella diocesana, è quella che ha oggi il Santuario anche se lo statuto non è proprio definito.
La difficoltà che vediamo oggi è che la diocesi di Tarbes e Lourdes non ha necessariamente la facoltà di fornire cappellani e un rettore per gestire il Santuario come è avvenuto in passato.
Poi, in ogni caso, la vita del Santuario va oltre la vita diocesana.
Ma è anche molto importante mostrare che il Santuario appartiene a questa terra, a questo territorio, e che le apparizioni della Vergine Maria non sono avvenute da nessuna parte.
Questo ancoraggio locale è importante da riaffermare.
La seconda possibilità, scelta e votata, è quella di un santuario nazionale.
Questo tipo di Santuario significa che i suoi statuti sono votati dalla conferenza episcopale del paese interessato.
Ciò significa che tutta la Chiesa di Francia ha una responsabilità anche nei confronti di Lourdes e che sarà maggiormente coinvolta nella vita interna e nel governo del Santuario.
La terza possibilità è il Santuario Internazionale.
Intellettualmente, potremmo dire che questa è la soluzione giusta perché Lourdes ha un'influenza internazionale e i pellegrini vengono da tutto il mondo.
Pastoralmente, questa dimensione deve essere mantenuta.
Ma i santuari internazionali in tutto il mondo sono stranamente più piccoli.
Questi non sono i grandi santuari del mondo.
Ad esempio, Fatima è un santuario nazionale.
L'altro aspetto è che i Santuari Internazionali sono gestiti direttamente da Roma.
All'improvviso avremmo interrotto il collegamento tra il Santuario e la diocesi.
Ci sarebbero stati due vescovi, uno per la diocesi e uno per il Santuario.
Quello che abbiamo cercato di fare con il Santuario Nazionale è trovare uno status che colleghi le tre dimensioni.
Quali cambiamenti puoi aspettarti?
In concreto, questo non cambierà nulla per il pellegrino.
Al suo interno, invece, istituiremo un Consiglio di orientamento episcopale che avrà il compito di dare le grandi linee dell'attività del Santuario.
Questo consiglio sarà presieduto dal vescovo di Tarbes e Lourdes.
Poi, da gennaio, è stato creato un consiglio per gli affari economici del Santuario, che riunisce anche altri attori, come i direttori dell'ospitalità o dei pellegrini.
Abbiamo cercato di determinare quali fossero i rispettivi ruoli del vescovo di Tarbes e Lourdes, del rettore, dei cappellani, del direttore laico e di tutti gli attori del Santuario.
Per il pellegrino che verrà a Lourdes, non vedrà alcuna differenza.
D'altra parte, l'equilibrio della gestione sarà assicurato meglio.
Ho sentito che diversi attori locali temono che il Santuario sfugga a Lourdes, che non sia più il santuario della diocesi.
Possiamo rassicurarli a questo livello.
Prendiamo solo in considerazione che il Santuario non riguarda solo i Lourdais, ma tutta la Chiesa di Francia.
Ad esempio, per un cambio di rettore, saranno nominati dal consiglio permanente della conferenza episcopale su proposta del vescovo di Tarbes e Lourdes.
È quindi la Chiesa di Francia che avrà questa scelta.
La governance sarà portata maggiormente a livello nazionale nel rispetto della specifica parte
È quindi la Chiesa di Francia che avrà questa responsabilità.
Camil Ioos
 
 
   
 
 
   
 
Con Tiscali Mobile Smart 30 4G hai minuti illimitati, 100 SMS e 30 Giga in 4G a soli 8,99€ al mese. SCOPRI DI PIU’